Senza categoria

Amore, Mal D’amore O Dipendenza Affettiva?

Le radici di questo disturbo sono ataviche e infantili, ferite mai guarite, basate sull’apprendimento di un rifiuto precoce legato alla propria inadeguatezza, e per questo si perpetuano nella relazione di coppia. Si tratta quindi di una condizione basata su vissuti di un rifiuto precoce legato alla propria inadeguatezza che si ripresenta nella relazione di coppia, per effetto dei modelli relazionali appresi.

L’aspetto più deleterio è legato al fatto che nonostante questo tipo di modalità relazionale lo renda infelice, non riesce a liberarsene. La spiegazione é che un dipendente affettivo scambia sovente per amore il tipo di sentimenti e stati d’animo che vive nella sua relazione disfunzionale. La dipendenza è un’alterazione del comportamento che determina una ricerca incontrollabile del piacere attraverso una sostanza, una attività o una relazione con una persona.

Come nasce la dipendenza affettiva? La dipendenza affettiva è essenzialmente una condizione relazionale caratterizzata da una cronica assenza di reciprocità; il dipendente affettivo non riesce a conservare la propria individualità in un rapporto, a porre dei confini fra se stesso e l’altro. Amare significa riconoscere l’altro, la sua identità, riconoscerne e rispettarne gli spazi, le distanze e i confini. Per poter comprendere appieno la dipendenza affettiva, che senza dubbio rientra tra le “occasioni particolari” sopra citate, non si possono prendere in considerazione solo gli aspetti coscienti di tale problematica.

Generalmente, si tende a considerare la dipendenza affettiva femminile una sorta di comportamento acquisito. Chi vive questo tipo di dipendenza attribuisce all’altro, oggetto d’amore, una importanza tale da annullare se stessi, non ascoltando i propri bisogni e le proprie necessità. Caratteristiche di un rapporto di dipendenza in una relazione amicale. Un rapporto sano di amicizia è spontaneo e generoso. L’altro viene posto li in alto su un piedistallo, credendo che potrà soddisfare il loro bisogno d’amore mentre si fantastica su come il rapporto è o potrà essere. Dicendo che senza l’altro non siamo niente, non si può vivere. Secondo il nostro punto di vista i conflitti non sono necessariamente e sempre dannosi, ma possono, se superati e se restano all’interno di dinamiche “normali”, motivare e rafforzare la coppia. La sessuologia è quel ramo della psicologia che si occupa di risolvere i problemi correlati alla sfera affettiva e sessuale del singolo e/o della coppia che non abbiano una causa fisiologica.

Perchè  nelle relazioni, le emozioni di affetto sono manifestate quando vi è un impegno alla pari. Vuol dire che si cerca sempre affetto? Potrebbe anche non avere un modo per ritenersi soddisfatta, o per comprendere cosa fare con l’affetto ricevuto, arrivando persino a desiderare ancora più affetto perché semplicemente non sa convivere con lo stato di carenza o del “dopo”. Incontro Francesca, la sua gentilezza e il suo modo di fare mi comunicano da subito una forte sensibilità, mi parla a lungo della sua storia d’amore, iniziata in una notte d’estate di 6 anni fa. Chi ha avuto a che fare con un soggetto del genere ha provato la sensazione di passare dal ruolo di “principe/ssa a quello di vittima”, con una brutta caduta da una iniziale idealizzazione, alla gestione di un partner malevolo. Il risultato è però tutt’altro che positivo per il soggetto.

  • Incapacità di tollerare la solitudine
  • Predica il falso per sapere il vero, deforma e interpreta
  • Evidente mancanza di interesse per sé e per la propria vita
  • Il soggetto può manifestare con gelosia e possessività la paura ossessiva di perdere l’altro
  • Non sopporta le critiche e nega l’evidenza
  • A quali miei obiettivi ho dovuto rinunciare perché condizionato dal giudizio degli altri
  • Terrore dell’abbandono e della separazione

Questo tipo di relazione implica un “donatore di amore” che viaggia a senso unico e dall’altra parte un “cronico sfuggente” spesso problematico che continua a viaggiare nel senso opposto e per la sua strada. E’ per questo che l’attrazione scatta solo con partner di questo tipo e quasi mai le donne intrappolate in questo tipo di dinamiche inconsce si sentono attratte da partner affettuosi, comprensivi, presenti. E’ importante capire quando i conflitti e le problematiche relazionali sono l’espressione indiretta di un amore finito, di una relazione che necessità di una ristrutturazione o di una conclusione. In una relazione sana, l’amore nasce dall’incontro di due unità, non di due metà: solo se si ha la possibilità di percepirsi nella propria completezza sarà possibile anche donarsi senza annullarsi nell’altro. Nonostante tutto, però, continuano a perpetuare lo status quo della relazione. Fuga dalla responsabilità – L’attenzione mantenuta nel rapporto, ed il dispendio di energie profuse, sono in grado di fornire una via di fuga rispetto ai problemi da affrontare e le responsabilità personali.

Varie situazioni nel corso della vita di una persona possono generare delle carenze. Diventa nel tempo un modello persistente e ripetuto di legarsi, pensarsi e stare accanto. I dipendenti affettivi preferiscono trascorrere del tempo da soli con questo amico o partner e si sentono frustrati quando questo non accade. Il partner infatti è visto come l’unica fonte di gratificazione, le attività quotidiane sono trascurate e l’unica cosa importante è il tempo che si trascorre insieme. Emozioni profonde sono legate a temi o “bandiere” sventolate durante la campagna elettorale. Si può generare questo problema sia durante l’adolescenza che durante la fase adulta. Voglio ricordare che le persone in cui la componente affettiva predomina nella scelta del partito da votare non sono meno razionali delle altre. Le persone che soffrono a causa di questo disagio psicologico sono accomunate sempre da una profonda carenza emotiva che risale all’infanzia. Tali atti sono costituiti in gran parte da differenti vocalizzazioni, posizioni del viso, espressioni e sguardi.

psicoterapeuta a Torino Dott.ssa Luigina Pugno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *