Senza categoria

Le più comuni malattie in odontoiatria | Studio dentistico

Queste sviste causano lo sviluppo di malattie orali che, oltre all’impatto sulla nostra bocca, possono attaccare altre parti del nostro corpo influenzando negativamente la nostra salute in generale.

Per questo motivo, è necessario sapere quali sono le malattie più comune orale, al fine di rilevarli in tempo ed essere trattati da uno studio dentistico specializzato.

  • Carie : è una malattia multifattoriale che provoca la distruzione dei tessuti dentali a seguito della demineralizzazione causata dagli acidi generati dalla placca batterico, poiché i batteri presenti in detta piastra producono acido dai resti del cibo. La distruzione dentale è associata all’assunzione di zuccheri e acidi contenuti nelle bevande e negli alimenti, errori nelle tecniche igieniche, mancanza di spazzolatura dei denti, assenza di filo interdentale …. Dopo la distruzione dello smalto, attacca la dentina, raggiungere la polpa dentale (nervo) producendo infiammazione e conseguente necrosi (morte della polpa), che può causare la perdita del pezzo.
  • Gengivite : consiste nell’infiammazione delle gengive dovuta a un processo infettivo e accumulo di tartaro causato da scarsa igiene orale, scarsa abitudine del filo interdentale o fumo. I sintomi sono: sanguinamento delle gengive, infiammazione e arrossamento, sensibilità al freddo e alitosi.
  • Periodontite : comunemente chiamata “piorrea” è una malattia che può inizialmente verificarsi con gengivite, e quindi procedere con una perdita di inserzione del collagene, retrazione della gengiva e anche la perdita di ossa. Nel caso di non essere trattati, progredisce lasciando il dente senza supporto osseo, che può portare a perdite irreparabili.
  • Alitosi : questo è il nome dato all’alitosi, causato da scarsa igiene orale, gengive, assunzione di cibo come cipolle, aglio, fumo o alcolismo, caffè in eccesso o malattie sistemiche come cancro, diabete, fegato e / o disturbi digestivi. Questa malattia è sofferta dal 40% delle persone nel corso della loro vita. Il modo migliore per evitarlo è evitare l’assunzione di cibo che lo produce, eseguire una corretta masticazione del cibo e mantenere una buona igiene orale con una corretta spazzolatura e filo interdentale o pennello interprossimale.
  • Bruxismo : È l’abitudine involontaria di digrignare o serrare i denti. È una delle cosiddette parafunzioni. Quando si digrignano o serrano i denti, la muscolatura del sistema masticatorio è iperattiva. Questo fenomeno può manifestarsi anche durante l’infanzia. Di solito il paziente non sa di digrignare o stringere i denti perché tende a farlo, specialmente durante il sonno.La digrignazione dei denti durante il sonno avviene in alcune fasi del sonno (fase REM), sebbene il bruxismo possa verificarsi anche durante il giorno. In questo caso, si verifica in situazioni di tensione psichica o concentrazione estrema. Il sovraccarico permanente di bruxismo può danneggiare il parodonto e la sostanza dura dei denti.Le forze che rilasciano il bruxismo non riguardano solo le articolazioni della mascella, ma sovraccaricano e danneggiano i muscoli della masticazione e i denti stessi . Inoltre, può causare tensioni nella zona della testa e del collo nonché dolore al viso e alla testa. Non esiste un trattamento che risolva il bruxismo ma può alleviare il disagio che provoca e prevenire il danno successivo, utilizzando speciali stecche sintetiche prodotte dal dentista che proteggono i denti per prevenire l’usura, salvaguardando allo stesso tempo l’articolazione.

buona igiene orale, una dieta equilibrata e visita periodicamente dal dentista, sono i modi migliori per evitare questo tipo di problema.